sorare_header_sp

Rubrica calcio

Diagnosi dell’inizio della stagione per i mega club europei (Serie A)

Sono passati quasi due mesi dall’inizio della stagione 2021-2022 nel calcio europeo. In questa serie di articoli, diamo un’occhiata a come i mega club in Europa hanno iniziato la stagione. Daremo un’occhiata più da vicino a come si sono comportati dall’inizio della stagione, e faremo anche qualche previsione per il futuro.

In questa seconda puntata della nostra serie, diamo uno sguardo alla Serie A. La scorsa stagione, la Juventus ha finito al quarto posto dopo aver vinto lo scudetto per nove anni di fila, mentre l’Inter ha vinto il titolo per la prima volta in 11 anni. Come si sono comportati i club di Serie A in questa stagione? Scopriamolo.

Classifica dei punteggi dei megaclub della Serie A

Inter, Juventus, Roma e Napoli sono i primi cinque club della classifica di Serie A. Ecco i punteggi

Posizione in classifica Punteggio
Napoli 1st 100 points
Milan 2nd 95 points
Inter 3rd 80 points
Roma 4th 75 points
Juventus 7th 50 points

Vediamo un’analisi dettagliata di ogni club.

Napoli

  • Classifica: 1° (8 vittorie, 0 pareggi, 0 sconfitte)
  • Gol segnati: 19 gol, 3 subiti
  • Punteggio: 100 punti

Il primo è il Napoli, il leader della classifica in carica. La scorsa stagione, il Napoli è sceso al quinto posto all’ultima giornata della stagione e ha perso la Champions League. Così il front office ha licenziato l’allenatore Gennaro Gattuso dopo due anni alla guida della squadra. Luciano Spalletti, che in precedenza aveva gestito Inter e Roma, è stato portato come nuovo allenatore.

Il Napoli è stato su uno strappo dall’inizio della stagione, vincendo otto partite di fila. In otto partite hanno segnato 19 gol e concesso solo tre, mantenendo sei fogli puliti nel processo. Victor Osimhen, che è venuto alla ribalta nella seconda metà della scorsa stagione, guida l’attacco con cinque gol, mentre Kalidou Koulibaly e il resto della difesa sono solidi. Anche se Spalletti è noto per il suo calcio d’attacco, anche la difesa del Napoli ha avuto successo.

Sarà interessante vedere quanti altri punti il Napoli può raccogliere, e se sarà in grado di vincere partite contro squadre come Inter e Milan.

Sorare non ha ancora carte del Napoli per la stagione 2021-22, ma quando lo faranno, potete scommettere che le carte di Cribari e Osimhen saranno molto costose.

Milan

  • Classifica: 2° posto (7 vittorie, 1 pareggio, 0 sconfitte)
  • Gol segnati: 18 gol, 7 subiti
  • Punteggio: 95 punti

Al secondo posto dietro il Napoli c’è il Milan, che ha fatto una rimonta impressionante qualificandosi per la Champions League per la prima volta dalla stagione 2013-2014. Hanno vinto sette delle loro ultime otto partite e stanno cercando di continuare la loro buona forma in questa stagione, vincendo tutte le loro partite tranne una, un pareggio contro la Juventus.

L’attaccante veterano Olivier Giroud, che si è unito al club dal Chelsea questa stagione, ha segnato tre gol nel suo tempo limitato in carica, mentre Rafael Leon e Brym Diaz rimangono giocatori chiave dalla scorsa stagione. Anche la leggenda del club Zlatan Ibrahimovic è tornato nella squadra, e con un calcio in testa nella sua partita di ritorno (purtroppo non in porta), la prima linea sembra forte.

Se c’è un’area di preoccupazione, sono i difensori. Dopo aver mantenuto tre fogli puliti nelle prime cinque partite, hanno concesso cinque gol nelle ultime tre partite. Abbiamo anche un problema difensivo, con il difensore Mike Menyan che ha subito un intervento chirurgico al polso sinistro, che lo terrà fuori per una quindicina di giorni.

Se possono superare questi ostacoli e continuare a raccogliere punti a novembre (Roma l’11 novembre, Inter il 12 novembre e Fiorentina il 13 novembre), potrebbero essere in linea per il loro primo scudetto dalla stagione 2010-2011.

Inter

  • Classifica: 3° (5 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta)
  • Gol segnati: 23, subiti: 11
  • Punteggio: 85 punti

Dopo aver vinto lo scudetto la scorsa stagione per la prima volta dalla stagione 2009-2010, l’Inter ha avuto un inizio di stagione fiacco. L’allenatore dell’Inter Antonio Conte, che è stato fondamentale nella vittoria dello scudetto, ha annunciato le sue dimissioni a giugno dopo una disputa con l’austero front office del club sui rinforzi. Inoltre, Romelu Lukaku, il capocannoniere del campionato, è stato venduto al Chelsea, mentre Matteo Politano e Ashraf Hakimi, due dei giocatori di maggior talento della squadra, sono stati venduti rispettivamente al Napoli e al Paris Saint-Germain. Nonostante questo, la squadra è stata in grado di riempire le posizioni vacanti con giocatori qualificati come Edin Dzeko, Hakan Chalhanor e Joaquin Correa. Conte è stato sostituito da Simone Inzaghi, che fino alla scorsa stagione era stato al comando della Lazio, utilizzando lo stesso sistema 3-5-2 dell’ex allenatore.

L’Inter ha vinto la partita di apertura della stagione per 4-0 contro il Genoa, e sembrava che fosse sulla buona strada per altre 4 vittorie e 2 pareggi. Tuttavia, nella loro ottava partita della stagione, l’Inter ha perso 1-3 contro la Lazio, il vecchio club del loro nuovo allenatore. Ciò che è emerso da questa partita è stata una fragilità difensiva. Dopo aver mantenuto un foglio pulito nella partita di apertura della stagione, hanno concesso gol in ogni partita, al primo posto in campionato in gol segnati, ma a pari merito con il decimo posto in gol subiti. Ora sono al decimo posto in campionato per gol subiti, anche se hanno segnato più gol in campionato.

Roma

  • Posizione: 4° (5 vittorie, 0 pareggi, 3 sconfitte)
  • Gol segnati: 16 gol, 9 subiti
  • Punteggio: 75 punti

Con Jose Mourinho di nuovo in carica dopo 11 anni di assenza dalla Serie A, la Roma ha speso quasi 100 milioni di euro per rinforzi, portando gente come Timmy Abraham dal Chelsea e Rui Patricio dal Wolverhampton. In questa stagione, hanno vinto cinque, perso tre e sono quarti in classifica, il che li mette in una buona posizione per qualificarsi per la Champions League per la prima volta dalla stagione 2017-2018 (e due di quelle sconfitte sono arrivate contro le migliori squadre della competizione, Lazio e Juventus).

La ragione di ciò è la mancanza di qualità e quantità nella squadra rispetto agli altri club in competizione per la Champions League. La loro squadra è inferiore a quella di Inter, Milan, Juventus e persino del Napoli, che attualmente è in testa alla classifica.

La chiave del successo della Roma sarà il loro manager, Mourinho. I recenti problemi di Mourinho al Manchester United e al Tottenham gli hanno lasciato l’amaro in bocca, ma ha una comprovata esperienza nei grandi club. Ma il suo record di successi nei grandi club è solido, e se fallisce al Tottenham e poi alla Roma, sarà difficile per lui prendere il comando nei grandi club. L’allenatore portoghese sarà più che felice di prendere il comando del nuovo club. L’allenatore portoghese sarà più che felice di prendere in carico la nuova Roma, che potrebbe essere un vero tifone in Serie A.

Sorare non ha ancora in vendita le carte della Roma per la stagione 2021-22, ma quando lo faranno, le carte Abraham e Rui Patricio saranno molto costose.

Juventus

  • Classifica: 7° (4 vittorie, 2 pareggi, 2 sconfitte)
  • Gol segnati: 12 gol, 10 subiti
  • Punteggio: 50 punti

La Juventus è arrivata quarta in campionato la scorsa stagione, mancando il decimo scudetto consecutivo, e ha licenziato la leggenda del club Andrea Pirlo dopo una sola stagione in carica. Massimiliano Allegri, che ha vinto lo scudetto nove volte di fila, ha preso le redini. Tuttavia, con solo Manuel Locatelli di ritorno al club, il club ha fatto poche aggiunte importanti alla loro squadra, e la partenza dell’asso Cristiano Ronaldo al Manchester United ha lasciato molti fan in uno stato di incertezza.

E la sensazione era giusta. Un pareggio, una sconfitta, una sconfitta e un pareggio nelle prime quattro partite della stagione. Hanno vinto tre partite di fila per tornare in pista, ma il loro povero inizio di stagione li ha lasciati al settimo posto.

L’assenza di C. Ronaldo ha avuto un grande impatto sulla squadra, con 12 gol segnati, che è legato per il nono posto in campionato, e il maggior numero di gol segnati da un giocatore FW è due. Paulo Dybala, che doveva essere l’asso della squadra, è fuori per infortunio. Inoltre, l’età della difesa sta aumentando, e Delft, che dovrebbe essere la prossima generazione di leader della difesa, è fuori per infortunio, così come Dybala, quindi la spirale negativa continua.

Può Allegri ribaltare la situazione ora che è tornato in carica? Sarà interessante vedere cosa riserva il futuro alla Juventus.

Scopri come iscriverti a Sorare qui

COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA