sorare_header_sp

Rubrica calcio

Recensione della partita: Partita di Premier League tra West Hamd e Liverpool

【マッチレビュー】プレミアリーグ第11節ウェストハムド対リバプールの一戦を紹介

David Moyes, che è subentrato come manager del West Ham nel dicembre 2019, ha costantemente rafforzato la sua squadra ed è stato in grado di stabilire lo stile di calcio inglese. Finora hanno vinto una partita e persa una contro le Big Six, ma sono riusciti a ottenere un punto contro il Liverpool? Diamo un’occhiata alla partita.

Analisi pre-partita: Il West Ham affronta un duro Liverpool

Analisi: Il calcio di Moyes può reggere contro il Liverpool?

L’approccio di Moyes alla partita è stato quello di giocare un calcio fisico, veloce e verticale. Con Angelo Ogbon e Kurt Zouma al centro della difesa, e Declan Rice e Tomasz Socek come volanti principali, lo stile di Moyes è quello di giocare un gioco fisico, passando la palla rapidamente ad attaccanti veloci e tecnici come Jarrod Bowen, Pablo Fornals e Said Benrahma. È uno stile che è diventato la norma.

A prima vista, questo stile di gioco può sembrare insignificante, ma ha dimostrato di essere un grande successo, con un record di 6 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte in 10 partite di campionato, abbastanza buono per il quarto posto. Una delle più grandi minacce è la fisicità dei loro calci piazzati. Un quarto dei gol che hanno concesso sono venuti da calci piazzati, rendendoli un’arma importante nel loro arsenale.

Il West Ham ha avuto un buon periodo di forma finora, ma questa sarà la prima volta che hanno affrontato squadre del calibro di Liverpool, Manchester City e Chelsea nella massima serie del campionato. Può il West Ham giocare il suo calcio contro un Liverpool che è imbattuto in campionato finora? Diamo un’occhiata alla formazione di partenza.

Analisi 2: La formazione di partenza

Il West Ham ha mantenuto la stessa formazione di partenza dalla vittoria per 4-1 sull’Aston Villa, mentre il Liverpool ha fatto tre cambi rispetto alla partita precedente.

Alex Oxlade-Chamberlain sostituisce Naby Keita, che si è infortunato contro il Brighton, Joel Matip sostituisce Ibraima Konate al centro della difesa, e Diogo Jota, che è stato in ottima forma in questa stagione, parte come centravanti al posto di Roberto Firmino. Nella posizione di centravanti, Diogo Jota, che è stato in buona forma in questa stagione, parte al posto di Roberto Firmino.

Sarà interessante vedere come il West Ham se la caverà contro un Liverpool rimaneggiato con una squadra familiare. Dovremo aspettare e vedere.

Il West Ham ha battuto il Liverpool

Il West Ham ha sconfitto in casa una squadra difficile come il Liverpool. Il West Ham ha sconfitto una squadra difficile del Liverpool in casa, giocando il proprio marchio di calcio. Hanno giocato il loro calcio e hanno ottenuto i tre punti. D’altra parte, il Liverpool non ha potuto rompere la difesa del West Ham. Il Liverpool non è riuscito a rompere la difesa del West Ham e ha subito la prima sconfitta in campionato.

La squadra di casa ha segnato da un calcio d’angolo al quarto minuto del primo tempo. La squadra di casa ha segnato da un calcio d’angolo al quarto minuto del primo tempo e ha pareggiato all’ultimo minuto del secondo tempo, ma gli ospiti hanno segnato al 67′ e al 74′ per assicurarsi la vittoria. I visitatori hanno poi subito una forte pressione da parte del Liverpool, ma sono stati in grado di tenerli a un solo gol. La vittoria ha portato il West Ham al terzo posto in classifica.

Uno dei punti salienti della partita è stata la pazienza e lo spirito dei giocatori che si sono attenuti al loro piano di gioco. Due dei tre gol segnati sono arrivati da calci piazzati. Una volta in vantaggio, la loro linea difensiva e i loro tiri al volo hanno resistito all’assalto del Liverpool.

Allora perché il West Ham è stato in grado di attenersi al suo piano di gioco? E perché il Liverpool non è riuscito a giocare il proprio calcio?

Diamo un’occhiata ai tre punti di svolta che hanno fatto la differenza tra le due squadre.

Punto di svolta 1: la decisione del VAR sul primo gol

Il punto di svolta della partita è arrivato all’inizio della partita.
Il primo di questi punti di svolta è stata la decisione del VAR sul primo gol.

Il West Ham è passato in vantaggio quattro minuti nel primo tempo da un calcio d’angolo dopo un lungo contropiede dalla propria metà campo. Tuttavia, il VAR è intervenuto quando Ogbonna ha subito un fallo dal portiere Alisson in una corsa verso il gol. Alla fine il gol è stato segnato e la decisione non è stata ribaltata, ma è stata una decisione molto delicata che avrebbe potuto essere un fallo.

Alla fine, la decisione ha avuto un grande impatto sulla partita.
Dopo aver concesso il primo gol, il Liverpool è andato all’attacco, ma il West Ham sapeva che stava arrivando. Il piano era quello di tenere il Liverpool in contropiede e giocare il contropiede lungo.

Una punizione di Trent Alexander-Arnold al 41esimo minuto ha dato al West Ham l’equalizzatore, ma è stato un buon primo tempo per i visitatori, che non hanno mai veramente preso il comando della partita. È stato un buon primo tempo, e ci ha dato molta fiducia per il secondo tempo.

Il Liverpool, d’altra parte, cercherà un punto contro una squadra di bassa classifica. Non sarebbe esagerato dire che l’impazienza di ottenere il vincitore il prima possibile ha portato a perdere la palla e a subire il gol in contropiede.

Punto di svolta 2: l’infortunio di Firmino

La seconda svolta è stata la nomina di Jota come titolare.
Fino ad ora, il manager del Liverpool Jurgen Klopp ha usato Firmino e Jota in parallelo come centravanti.

Firmino è stato utilizzato nell’ultima partita di Premier League, ma si è infortunato nella partita di Champions League contro l’Atletico Madrid a metà settimana. Tuttavia, Firmino si è infortunato nella partita di Champions League contro l’Atletico Madrid a metà settimana e non ha potuto giocare contro il West Ham, quindi Jota è stato nominato nella formazione di partenza per questa partita.

Jota è un attaccante veloce, un attaccante ombra che si muove su e giù per il campo ed è coinvolto negli attacchi. È un attaccante veloce, un attaccante ombra che si muove su e giù per il campo ed è coinvolto nell’attacco. Klopp voleva usare Jota per arrivare dietro la linea difensiva del West Ham, che non è molto veloce, ma ha permesso al West Ham di riempire tutti gli spazi.

Ciò di cui abbiamo bisogno davanti è un giocatore di post che sia in grado di sfruttare al meglio un passaggio difficile. Firmino è quello giusto. Ma non è nemmeno in panchina a causa di un infortunio.

Questo non vuol dire che Jota sia un giocatore inferiore. Al contrario, l’attaccante portoghese ha segnato cinque gol e fornito due assist, compreso un gol contro l’Atletico Madrid in Champions League. Tuttavia, con la linea difensiva relativamente bassa del West Ham e la loro difesa profonda dopo aver concesso il primo gol, Jota non sarà in grado di mostrare ciò che può fare.

Sarebbe stata una storia diversa se Firmino fosse stato disponibile per la prima squadra, visto che ha fatto un paio di passaggi taglienti attraverso Virgil van Dijk e Fabinho.

Punto di svolta 3: attacchi e difese dei calci piazzati

Abbiamo menzionato due punti di svolta finora, ma quello che ha influenzato più direttamente l’esito della partita è stato il calcio piazzato.

Due dei tre gol che il Liverpool ha subito provengono da calci d’angolo. Due dei tre gol subiti dal Liverpool sono arrivati da calci d’angolo, con il calciatore del West Ham che in entrambe le occasioni ha puntato sul lato lontano. Il calciatore del West Ham è andato per il lato lontano in entrambe le occasioni, calciando la palla sopra la testa del portiere del Liverpool.

Il primo gol era inevitabile, ma il secondo, quando lo stesso pallone è stato calciato, era qualcosa che avremmo dovuto fare. Il primo gol era inevitabile, ma il secondo, quando lo stesso pallone è stato calciato, è stato un errore che avremmo dovuto evitare. Il primo gol è stato segnato quattro minuti nel primo tempo. Il secondo gol è arrivato da un calcio d’angolo al 74esimo minuto. C’era un intervallo, quindi c’era tempo per correggere gli errori.

Era inevitabile che il Liverpool facesse sempre gli stessi errori e perdesse la partita.

COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA